COME MAI LE DONNE FINGONO L’ORGASMO?

d8268-perversi2be2bfelici

Simulare un orgasmo durante il sesso è un’esperienza nota a molte donne.

Dopo i cambiamenti nell’accettazione sociale della sessualità femminile avvenuti negli ultimi decenni, il falso orgasmo è ancora frequente?

Secondo gli psicologi della Western University Claire Salisbury e William Fischer, la risposta sembrerebbe essere “sì”. I ricercatori riferiscono che il 70% delle donne non prova l’orgasmo durante un rapporto sessuale, contro il 90% degli uomini che invece lo raggiunge praticamene ogni volta che fa sesso. Per le giovani donne la percentuale di insoddisfazione è ancora maggiore. Pare che ci voglia tempo tra partner per trovare la formula magica grazie alla quale si riesce a stimolare una donna fino a condurla all’orgasmo durante un rapporto sessuale.

La situazione presenta un dilemma per la maggior parte delle donne, specialmente ancora una volta per quelle più giovani. La concezione romantica di un rapporto eterosessuale enfatizza grandemente l’importanza del raggiungimento dell’orgasmo sia da parte maschile, sia da parte femminile non solo durante lo stesso rapporto, ma addirittura nello stesso momento. Sicuramente prima una donna riesce a finire, prima si elimina ogni eventuale rischio di insoddisfazione. Spesso il cinema e la tv ci propongono scene di sesso dove l’orgasmo simultaneo sembra essere la regola anche senza preliminari e a volte addirittura senza nemmeno togliersi tutti i vestiti.

Di fronte a questi esempi di rapidità, prontezza e soddisfazione, una donna che non sperimenti l’orgasmo altrettanto rapidamente, se non addirittura per nulla, potrebbe avere l’impressione che non ci sia altra scelta se non quella di fingere.

Ecco quindi che gli studiosi della Western University hanno deciso di testare questa realtà. Hanno costituto dei piccoli gruppi di studentesse e studenti divisi per genere e hanno chiesto di esporre il loro pensiero e le loro esperienze rispetto alla mancanza di orgasmo femminile.

Ogni gruppo era composto da un massimo di cinque persone, quindi ogni membro aveva la possibilità di esprimersi.

Questo metodo di ricerca si chiama “focus group” e produce molto materiale qualititativo non immediatamente adatto ad un’analisi statistica come le interviste strutturate o i questionari. Il lavoro dei due psicologi Salisbury e Fischer è stato prendere le registrazioni verbali degli incontri e tradurle in tematiche classificabili.

Sono emerse 6 tematiche predominanti tra le risposte date dalle donne. Eccole di seguito con la rispettive spiegazioni.

1. Sta alle donne prepararsi psicologicamente all’orgasmo. Secondo i membri dei focus group, gli uomini sono responsabili della stimolazione fisica, ma le donne devono “mettersi nell’ottica” di raggiungere l’orgasmo. Se sia meglio avere la responsabilità della parte fisica o di quella psicologica è una faccenda molto dibattuta. In ogni caso, siccome è loro responsabilità essere nella giusta disposizione mentale (attenzione, concentrazione, ricettività alle azioni dell’uomo) se le donne non raggiungono l’orgasmo, si potrebbe dire che dipende dalla mancanza di coinvolgimento emotivo. Non si lasciano travolgere dalle arti amatorie del partner.

2. L’orgasmo non è necessario per una donna che voglia sentirsi soddisfatta sessualmente durante un rapporto. I partecipanti pensano che per definire “di successo” un incontro sessuale tra uomo e donna solo l’uomo necessita di arrivare all’orgasmo. Una donna non ha questa impellenza. Se accade tanto meglio, ma non è determinante. Secondo alcuni partecipanti  “l’orgasmo è come la ciliegina sulla torta”.

3. Le donne devono incoraggiare l’ego maschile durante il sesso. Paradossalmente anche se l’orgasmo sarebbe ovviamente un piacere per la donna, i partecipanti ritengono che sia l’uomo a trarre maggiore beneficio dalla soddisfazione sessuale femminile. Se una donna non raggiunge l’orgasmo, questa è l’opinione diffusa, l’ego del suo partner ne risulta ferito. Le donne allora, invece di concentrarsi sul proprio piacere, si preoccupano di essere in grado di soddisfare il loro partner mostrando una risposta di eccitazione “adeguata”. Come affermato da una partecipante “A volte devi fingere l’orgasmo se no rischi di offendere l’altro” .

4. Le donne ritengono di essere giudicate dall’uomo, ma raramente comunicano questa preoccupazione. Sotto pressione a causa della responsabilità psicologica del loro orgasmo, con l’idea che tanto per loro l’orgasmo non sia necessario e ritenendo di dover fingere per compiacere il proprio compagno, è naturale per le donne convincersi che il loro partner le giudichi su quanto contribuiscano correttamente ad un risultato sessuale positivo. Troppo imbarazzate o troppo insicure, le donne evitano di far capire al loro partner che è stato incapace di farle godere. Interessante notare che dal focus group degli uomini emerge quanto sarebbe importante comunicare reciprocamente sulle esperienze sessuali vissute dalla coppia, ma solo se si  tratta di una coppia stabile. Per i rapporti occasionali non c’è lo stesso interesse. Le donne potrebbero essere sorprese di scoprire che l’uomo di cui si interessano, si interessa a sua volta del loro piacere sessuale.

5. Le donne attribuiscono maggior valore al piacere maschile che al proprio. Siccome non vogliono urtare l’ego del proprio partner, le donne sono inibite nel ricercare pratiche sessuali diverse dall’atto sessuale completo sulla base del loro piacere e del desiderio di raggiungere l’orgasmo. Questo potrebbe anche dipendere dall’età e dalla relativa inesperienza, ma almeno secondo le donne in età universitaria di questo gruppo, la richiesta di far seguire al rapporto sessuale una stimolazione manuale sembra avere il potere di essere “devastante per l’autostima di un uomo”.   

6. Se l’incontro sessuale è occasionale, è più accettabile simulare un orgasmo. Le donne, come gli uomini, danno alla comunicazione sul sesso un valore solo se la relazione è stabile. Ritengono che fingere l’orgasmo non sia accettabile solo in un rapporto consolidato. In ogni caso le donne riferiscono di avere problemi a comunicare le loro difficoltà sessuali anche con un partner più intimo.

Salisbury e Fisher ritengono che le donne fingano l’orgasmo sulla base della credenza, condivisa dal sesso maschile, che sia compito degli uomini essere amanti esperti e gestire al meglio i rapporti sessuali. Le donne conseguentemente si preoccupano maggiormente di far sentire i loro uomini adeguati piuttosto che della propria insoddisfazione sessuale.

Ironicamente, se gli uomini si rendono conto che per le donne l’orgasmo è solo la ciliegina sulla torta e non la torta in sé, si sentiranno sollevati dalla responsabilità di soddisfare le loro partner e quindi non si impegneranno nemmeno.

Entrambi i partner al contrario, potrebbero concentrarsi di più su se stessi e sul momento che stanno vivendo durante il contatto sessuale invece di caricarsi di aspettative e paure sul potenziale significato del rapporto sessuale.

Il secondo motivo di ironia nelle interazioni sessuali maschi – femmine è la credenza delle donne che il partner non desideri stimolarle fino a produrre l’orgasmo. Gli uomini nel campione della ricerca condotta dalla dottoressa Salisbury e dal dottor Fischer hanno affermato di sentirsi “eccitati” quando anche le loro partner lo erano, non importa in che modo le compagne arrivassero al culmine del piacere.

In breve: una donna finge l’orgasmo per salvaguardare i sentimenti del suo partner e molto probabilmente anche la relazione.  Lo studio suggerisce al contrario che il modo migliore per preservare i sentimenti di entrambi i membri della coppia e anche la relazione sia proprio non fingere, ma stabilire una comunicazione onesta e aperta. Considerando quanti significati aggiuntivi ha per noi la sessualità, questa comunicazione potrebbe essere difficile, ma sul lungo periodo produce una duratura soddisfazione emotiva e sessuale.

 

Copyright Susan Krauss Whitbourne 2015

Riferimenti:

Salisbury, C. A., & Fisher, W. A. (2014). “Did You Come?” A Qualitative Exploration of Gender Differences in Beliefs, Experiences, and Concerns Regarding Female Orgasm Occurrence during Heterosexual Sexual Interactions. Journal of Sex Research, 51(6), 616-631. doi:10.1080/00224499.2013.838934

fonte: http://www.iwatson.com/come-mai-le-donne-fingono-lorgasmo/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: