Psicoterapia Cognitivo Comportamentale – A cosa serve?

Cuore-e-mente-650x397

La psicoterapia cognitivo comportamentale chiamata anche terapia cognitivocomportamentale (TCC) è una terapia che grazie alla parola, può aiutare a gestire i tuoi problemi, modificando il modo di comportarsi e di pensare.

Viene usata comunemente per trattare l’ansia e la depressione ma può diventare utile per altri problemi di salute mentale e fisica.

Come funziona la psicoterapia cognitivo comportamentale

Il metodo della psicoterapia cognitivo comportamentale si basa sul concetto che i tuoi pensieri, le sensazioni fisiche, i sentimenti e le azioni che ne derivano sono interconnesse. Proprio secondo questa idea, anche i pensieri e i sentimenti negativi possono diventare una trappola per l’individuo, creando un circolo vizioso di negatività.

La psicoterapia cognitivo comportamentale si propone di aiutare a risolvere i problemi che sembrano insormontabili, in modo positivo. In pratica vengono scomposti in parti più piccole. Viene mostrato come cambiare dei modelli negativi di pensiero per migliorare lo stato in cui ti senti.

A differenza di altri trattamenti, la psicoterapia cognitivo comportamentale tratta i tuoi problemi attuali. Non ci si concentra sui problemi del tuo passato. Si cercano più che altro dei modi pratici per migliorare il tuo stato d’animo nel quotidiano.

Usi della psicoterapia cognitivo comportamentale

La psicoterapia cognitivo comportamentale ha dimostrato di essere efficace nel trattamento di un certo numero di condizioni di salute mentale.

Oltre ai disturbi di depressione e ansia, questa terapia comportamentale può aiutare anche le persone con:

Così la psicoterapia cognitivo comportamentale può essere usata anche per problemi di salute a lungo termine, come ad esempio:

  • sindrome da stanchezza cronica
  • sindrome dell’intestino irritabile

Sebbene la terapia cognitivi comportamentale non curi i sintomi fisici, può aiutare le persone ad affrontare meglio i loro sintomi e i momenti di frustrazione dati dal malessere.

Cosa succede durante una sessione di psicoterapia cognitivo comportamentale?

Se viene consigliata la TCC avrai una sessione con un terapeuta una volta alla settimana o una volta ogni due settimane. Il ciclo di trattamento di solito dura da cinque a 20 sedute. Ogni sessione può durare dai 30 ai 60 minuti.

Durante le sessioni interagisci con il terapeuta per affrontare i problemi nelle loro parti separate. Il tuo terapeuta esamina di te  pensieri, sentimenti e azioni fisiche.

Tu e il tuo terapeuta analizzerete assieme i tuoi atteggiamenti nei confronti di uno o più problemi. Il tuo terapeuta sarà in grado di aiutarti nel capire come puoi cambiare pensieri e comportamenti inutili ad affrontare diverse problematiche.

Dopo gli incontri per delineare ciò che si può cambiare, il terapeuta ti chiederà di praticare dei cambiamenti che ricadano sulla tua vita quotidiana. Dopodiché discuterai nel corso della prossima sessione della tua nuova prova.

L’obiettivo finale della terapia è quello di usare le competenze che hai imparato durante il trattamento e applicarle alla vita quotidiana.

Questo dovrebbe aiutarti a gestire i problemi che impattano negativamente sulla tua vita di tutti i giorni.

Vantaggi e ostacoli della psicoterapia cognitivo comportamentale

La terapia cognitivo comportamentale (TCC) può essere efficace quanto i farmaci nel trattamento di alcuni problemi di salute mentale ma non può avere successo o essere adatta per tutti.

Alcuni dei vantaggi della terapia comportamentale:

  • utile nei casi in cui i farmaci da soli non funzionano
  • insegna strategie utili e funzionali da utilizzare nella vita quotidiana. Anche a trattamento finito.
  • la natura polivalente della psicoterapia cognitiva comportamentale permette di essere fornita in diversi formati. Incontri con il terapeuta, gruppi di auto-aiuto, applicazioni e programmi per computer, libri.
  • può essere completata in un breve periodo di temporispetto ad altre psicoterapie.

Alcuni degli svantaggi della psicoterapia cognitiva comportamentale:

  • bisogna impegnarsi al massimo per la riuscita. Un terapeuta ti può aiutare e consigliare, ma se non collabori diventa inefficace.
  • frequentare con costanza le sessioni della terapia. Il lavoro e l’impegno tra una sessione e un’altra può richiedere molto tempo.
  • potrebbe non essere adatto a persone con difficoltà di apprendimento, in quanto richiede sessioni strutturate.
  • ti devi confrontare con le tue ansie, emozioni, paure. Potresti avere dei periodi iniziali in cui ti senti ansioso o a disagio emotivamente.
  • è tutta concentrata sulla capacità dell’individuo di cambiare se stesso. Non affronta i problemi di un sistema o di una famiglia. Ha un impatto più sulla salute e il benessere dell’individuo.

Alcuni critici sostengono che il fatto che la psicoterapia cognitivo comportamentale si occupi dei problemi attuali e si concentra su argomenti specifici è limitante. Potrebbe non affrontare le possibili cause alla base di condizioni di salute mentale; per esempio delle problematiche che si trascinano dall’infanzia.

fonte: http://www.psicosocial.it/psicoterapia-cognitivo-comportamentale/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...