Che cos’è la ruminazione?

La ruminazione mentale è una forma di pensiero circolare che ingabbia l’individuo in un circuito senza via di uscita. La ruminazione è un insieme di pensieri ripetuti e ripetitivi solitamente caratterizzati da contenuti negativi che possono riguardare eventi del passato e produrre effetti negativi sul tono dell’umore.

In una certa misura tutti noi tendiamo a ruminare su alcuni contenuti mentali o tendiamo a soffermarci a volte più del dovuto su alcuni problemi o eventi. A volte questo può portarci alla ricerca della soluzione di qualche problema che ci preoccupa e tendiamo a cercare di mettere in pratica questa soluzione ripristinando una situazione di equilibrio che ci fa stare bene. Altre volte, ruminare può diventare un vero  e proprio circolo vizioso senza uscita ne quale si rimane ingabbiati. Ricorrere eccessivamente alla ruminazione può essere dannoso.

Come?                                                                                                                                                                    -ruminare eccessivamente porta la persona a concentrarsi sulle cause e sulle possibili conseguenze anziché sulle soluzioni

-ruminare eccessivamente porta la persona a concentrarsi solo su ciò che è andato storto alimentando il pensiero negativo

-la ruminazione può condurre ad episodi depressivi e ad un calo generale del tono dell’umore

– ruminare eccessivamente può portare la persona ad uno stato di inattività ed all’incapacità di trovare strategie di problem-solving.

Ruminare su un problema può portare a:

a) rimanere bloccati in un ciclo e causare disagio. La persona può iniziare a dirsi “Perché queste cose capita sempre a me? Che cosa ho fatto per meritare questo?”. In questo caso la ruminazione non è funzionale, essa infatti si concentra maggiormente sui “perché?”. Questa modalità è detta metodo valutativo, le domande hanno come obiettivo quello di concentrarsi sulla valutazione del significato degli eventi e delle situazioni che la persona si trova ad affrontare.

b) portare alla risoluzione del problema. La domanda che la persona può farsi è: “Come posso risolvere questo problema?”. In questo caso, l’intento è quello di intervenire per risolvere il problema. La ruminazione è funzionale quando la domanda che la persona si pone più spesso è “come?”, ciò su cui si concentra la domanda riguarda il processo, ovvero come le situazioni e gli eventi accadono. In questo caso, il focus della ruminazione è la ricerca della soluzione dei problemi.

fonte: http://www.psicologo.torino.it/index.php

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...