Amore che vieni … amore che vai

Che fine hanno fatto Cenerentola e il Principe Azzurro?

Immagine riferita a Amore che vieni ... amore che vaiSembra che oggi, sempre più frequentemente, la relazione di coppia non rappresenti più una realtà duratura e affidabile.  E non solo perché niente è per sempre (e ce lo dimentichiamo spesso). Ma perché unioni pluridecennali come quella tra personaggi ‘mitici’ che affollano le pagine dei giornali  e che vengono seguiti dal grande pubblico (come Paul Newman e Joanne Woodward o tra Stanley e Christiane Kubrick) stanno diventando reperti di antropologia sociale. C’era una volta.

Eppure, secondo alcuni studiosi,questo dovrebbe essere il periodo storico migliore per la coppia del mondo occidentale «perché ci si sceglie per amore, con un progetto da coltivare. Non esistono più i matrimoni combinati, né è un obbligo sposarsi».

E allora cosa fa inceppare relazioni all’apparenza fondate su passioni e sentimenti solidi, caratterizzate da una incrollabile fiducia reciproca e dalla capacità di condividere e superare insieme tanti momenti di difficoltà?

Esistono molteplici fattori che possono influire sull’andamento della storia di una coppia.

L’impressione tuttavia è che in alcuni casi ci si lasci prima di quando ci si lascia.

Quando due persone decidono di separarsi, il problema vero non è quasi mai l’altra donna o l’altro uomo, anche se a loro sembra così. Quelle sono solo conseguenze che distingono le buone separazioni dalle cattive. Le prime sono quelle ispirate al criterio di corresponsabilità sul perché l’unione è andata male, poichè la decisione di separarsi dovrebbe comportare un lavoro di elaborazione dei motivi che hanno portato alla rottura.

Le seconde, molte volte, nascono dal fatto che non ci si stima abbastanza, laddove la relazione di coppia è risultata meno soddisfacente di quanto ci si aspettava e/o si prevedeva. Succede spesso infatti che la coppia non sappia accedere ad una terza fase del suo ciclo di vita,dopo quella del corteggiamento e della convivenza: la fase  costituita dalla connessione delle precedenti, dove si realizza l’integrazione tra la quotidianità e ciò che riguarda la dimensione ideale.

John Gottman, teorico dell’intelligenza emotiva, scrisse che «le coppie felicemente sposate non sono più intelligenti, più ricche o più psicologicamente astute delle altre. Ma nella loro vita quotidiana hanno messo in moto una dinamica che impedisce ai loro pensieri e sentimenti negativi (che tutte le coppie hanno) di avere la meglio su quelli positivi».Una coppia è sana, dice Beavers,  se in primo luogo pensa che la verità sia relativa. Una simile posizione qualifica la coppia come luogo in cui il dialogo e il confronto prevalgono sul conflitto. E’ importante continuare a parlare e a parlarsi, anche quando le cose non vanno per il meglio. Comunicare i propri stati d’animo e condividerli con l’altro aiuta a ridimensionare i problemi e a stabilire un ordine di priorità tra le cose che risultano importanti per ciascun membro della coppia. Stare bene insieme è possibile; ma questa dimensione è il risultato di un lungo e raffinato processo di elaborazione e negoziazione dove il processo di sviluppo delle regole di convivenza è co-costruito e condiviso.

Le riflessioni e le indicazioni fornite hanno un valore di indirizzo e orientamento che non può esaurire la complessità dell’argomento. Per ogni coppia è indispensabile cercare le specifiche motivazioni del disagio e della sofferenza e capire quali sia la strada migliore per aiutarla.

fonte: http://www.studiopsi.it/it/blog/amore-che-vieni–amore-che-vai/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...