Ho rotto con il mio fidanzato, lo cancello da Facebook?

Negli ultimi anni Facebook è diventato elemento pregnante delle nostre vite ed è per questo motivo che la rottura di un rapporto sentimentale non si gioca più solo in privato, ma si estende anche sulla scena pubblica virtuale. Status, foto, amici in comune… l’elaborazione del lutto è spesso ostacolata da un passato che si ricollega sempre a noi, che lo si voglia o meno. Céline de Donno, mental-coach e psicologa, ci dà qualche consiglio per imparare a gestire meglio questa fase particolare e voltare definitivamente pagina.

Eliminare un ex da Facebook

Il 57% degli ex conserva un rapporto di “amicizia” su Facebook, e l’86% ha accesso alle foto e alle informazioni dell’ex compagno o compagna1. Ciò significa che tra i due vecchi amanti la rottura virtuale non è netta, mentre, molto spesso, è fuori questione che essi continuino a vedersi nella vita reale. “La rottura virtuale sembra meno difficile da vivere se si resta amici su Facebook, ma è falso”, analizza la psicologa e coach Céline de Donno2. In altre parole, a meno che non ci si sia lasciati in ottimi termini nella vita reale, di solito l’amicizia nei primi mesi dopo una rottura è impossibile. Lo stesso vale nel virtuale. Questo è il punto di vista di Laura, 28 anni, da poco lasciatasi con il suo ragazzo. “Ho subito rimosso il mio ex dagli amici. Non avevo più voglia di vederlo nella vita vera, allora perché continuare a essere in contatto su Facebook?”, racconta la giovane donna.

Facebook alimenta una rapporto di dipendenza

Rimanere “amici” su Facebook sarebbe quindi più una maniera deleteria per continuare a buttare un occhio sulla vita dell’altro. Un comportamento dannoso che Marco, 32 anni, non nasconde. “Io e la mia compagna ci siamo lasciati da un anno eppure continuo ad andare sulla sua bacheca quasi ogni giorno, è più forte di me”, racconta. Un’intrusione che non ci aiuta a elaborare il lutto per la fine di una storia d’amore e che, di certo, non ci permetteremmo mai nella vita reale. Andremmo forse ad aspettare il nostro ex o la nostra ex sotto casa sua?

“Facebook alimenta molte fantasie. Ci si costruisce un immaginario totalmente falsato sulla base delle informazioni sulla bacheca, sui commenti, sulle foto… Andare a spiare la pagina Facebook dell’altro alimenta una rapporto di dipendenza molto dannoso perché, per andare avanti, non si può in continuazione pensare all’altra persona”, insiste Céline de Donno.

Sorvegliare il proprio ex su Facebook: dal divertimento all’ossessione

La specialista distingue due tipi di profili. Di tanto in tanto si può anche andare a curiosare sul profilo dell’ex. “Se è più per divertimento e se è per sapere come sta, una volta al mese”, ipotizza la psicologa, anche se questo ci provoca “un piccolo tuffo al cuore, come se lo incrociassimo a una festa”. Invece, “andare ogni giorno a visitare il profilo del proprio ex è più problematico perché può trasformarsi in un comportamento ossessivo e in gelosia patologica”, ipotizza Céline de Donno. In quel caso, se non si è capaci di trattenersi, meglio rimuovere immediatamente il proprio ex dagli amici.

Facebook: foto e vita privata

Su Facebook le foto hanno un ruolo fondamentale e testimoniano quello che siamo disposti a mostrare agli altri della nostra vita privata. “Proprio quando avevo finalmente deciso di esprimere un po’ della mia felicità, pubblicando qualche foto di coppia, ecco che… boom! Mi sono separata. È stata dura perché non avevo più il controllo su ciò che era stato pubblicato sulla bacheca del mio ex”, spiega Margherita, 29 anni. Per Céline de Donno, eliminare le proprie foto da Facebook fa parte del processo di lutto per la fine di una relazione, come succedeva una volta, quando conservavamo i ricordi del nostro ex in una piccola scatola. “Secondo me, è meglio togliere da Facebook le foto di coppia e lasciarne qualcuna per noi. Non occorre distruggere tutto del proprio passato, ma conservare senza necessariamente mostrare”, consiglia la psicologa.

L’esperta ci ricorda inoltre che uno dei capisaldi di Facebook che ci fa perdere ogni diritto sulle nostre immagini ma anche a violare quelli degli altri. “Esorto quindi a essere prudenti riguardo a quello che pubblichiamo su Facebook. Poi, ognuno regola come meglio crede il cursore di ciò che vuole svelare della propria vita privata”, prosegue. Tuttavia, occorre ricordarsi sempre che, se nella vita reale i veri amici si contano sulle dita di una mano, questo vale anche nella vita su Facebook. Attenzione quindi alle confidenze post-rottura lasciate sulla bacheca.

Infine, nella vita reale, così come in quella virtuale, non siamo sottomessi a nessun “obbligo di risultati riguardo alla nostra vita di coppia”, conclude Céline de Donno. Affrontare la propria rottura su Facebook non è una vergogna, anzi! Può persino aiutarci a voltare pagina.

Fonte:

1 – Facebook Surveillance of Former Romantic Partners: Associations with PostBreakup Recovery and Personal Growth – Tara C. Marshall – Cyberpsychology, Behavior, and Social Networking pubblicato online il 4 settembre
http://psicologia.doctissimo.it/psicologia-coppia/ex/cancellare-ex-facebook.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...