L’assertività: come comunicare in maniera efficace

Vi è mai capitato di non riuscire a comunicare in maniera efficace? Di essere asser1fraintesi o di non riuscire a dire la vostra? O magari di sentirvi in balìa delle decisioni degli altri per il solo fatto che non siete riusciti a comunicare il vostro punto di vista? O magari di averlo espresso ma di essere stati troppo aggressivi e….il risultato è stato un totale disastro?

La comunicazione è da sempre studiata in psicologia.

Non sono solo le parole a regolarla bensì tantissimi altri fattori. Pensiamo ad esempio al linguaggio non verbale (postura, gesti, espressioni facciali) o al tono di voce che utilizziamo.

Tutte queste componenti ci fanno capire che non è importante solo “cosa” diciamo ma anche “come” lo diciamo.

Come possiamo comunicare in modo tale che l’altro accolga il nostro pensiero?
La risposta è: comunicando in maniera assertiva.

L’assertività è uno stile comunicativo molto importante e utile nella vita di tutti i giorni.

La parola assertività deriva dal latino “assèrere” che significa asserire, affermare con certezza. E’ una modalità comunicativa molto efficace in quanto consente di esprimere il proprio punto di vista senza essere aggressivi o passivi, in modo tale da non prevaricare sugli altri e da non esserne prevaricati.

Perché è così importante essere assertivi?

La comunicazione assertiva consente di:

  • rispettare gli altri ed essere rispettati;
  • risultare positivi e non giudicanti e/o autoritari;
  • poter esprimere in maniera efficace il proprio pensiero;
  • essere ascoltati;
  • accogliere l’interlocutore;
  • aumentare l’autostima;
  • non essere vittime delle volontà altrui;
  • risultare autorevoli;
  • comunicare anche le emozioni (componente emotiva) oltre al nostro pensiero (componente cognitiva);
  • essere se stessi;
  • essere costruttivi.

Ora che ci siamo fatti un’idea teorica e generale sull’assertività, facciamo un piccolo esempio pratico di vita quotidiana!

Siamo in ufficio. Ci accorgiamo che il nostro collega non ha ben eseguito un lavoro che gli avevamo affidato. L’istinto ci porta quasi inevitabilmente ad arrabbiarci.
Ma fermiamoci un attimo a riflettere: quale potrebbe essere il risultato della nostra arrabbiatura? Il nostro interlocutore si sentirà inevitabilmente aggredito, quindi cercherà di mettere distanza tra noi e lui: non ci ascolterà.

Riassumendo:

Noi ci carichiamo di rabbia→ comunicheremo in modo aggressivo e autoritario→l’interlocutore non ci ascolterà→ la nostra rabbia aumenta→ perdiamo di vista l’obiettivo→ ci sentiremo frustrati per non essere riusciti a comunicare ciò che avremmo voluto.

Quale potrebbe essere la soluzione?

Innanzitutto focalizziamoci bene su qual è il nostro obiettivo: in questo caso che il lavoro sia completato bene. Cerchiamo di porci in maniera aperta e propositiva.

Molto utile può risultare:

  • interessarsi genuinamente ai motivi per i quali non ha ben eseguito il lavoro- lui si sentirà ascoltato e noi sapremo i motivi del suo comportamento: ciò consente di non trovarsi in situazioni ambigue;
  • mettere in risalto ciò che ha lui ha eseguito molto bene- lo rinforzerà nell’autostima e lo motiverà a sistemare al meglio anche il resto; il collega, inoltre, si sentirà gratificato dalla fiducia che riponiamo in lui;
  • spiegargli i motivi per i quali è importante che il lavoro venga ben eseguito-in questo modo si sentirà partecipe e attivo;
  • dare dei tempi e spiegarne i motivi;
  • comunicare i propri suggerimenti– questo ci farà risultare aperti, positivi e collaborativi;
  • rimandare dei feedback positivi.

E voi, riuscite ad essere assertivi?

fonte: http://amicapsicologia.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...